Obiettivi formativi

Il Corso di Laurea L 38 "Scienze zootecniche e tecnologie delle produzioni animali" si pone l'obiettivo di formare dei laureati che possano offrire la loro professionalità sia in ambito zootecnico sia nell'ampio contesto delle tecnologie applicate alle produzioni animali. Il percorso formativo è stato strutturato in curricula. Tali curricula sono stati presi in esame per rispondere a precise esigenze del bacino di utenza da cui provengono gli studenti e per far sì che i laureati possano inserirsi rapidamente nel contesto territoriale di provenienza ma, al tempo stesso, possano disporre di una preparazione di base che consenta loro di acquisire una ulteriore qualificazione accademica.

In particolare i laureati devono:

- possedere conoscenze di base della biologia e dei più importanti processi cellulari che caratterizzano gli organismi animali e vegetali;

- acquisire elementi di chimica generale ed organica nonché di biochimica utili per comprendere i meccanismi bioregolatori delle più importanti funzioni metaboliche degli organismi animali e vegetali;

- possedere elementi di patologia generale degli animali, di epidemiologia delle malattie infettive e parassitarie, di piani di profilassi e di legislazione sanitaria nazionale e comunitaria;

- conoscere elementi di biomatematica ed informatica utili e sufficienti per la valutazione statistica dei risultati nonché la gestione dei medesimi mediante sistemi informatici;

- acquisire conoscenze mirate ed approfondite sul miglioramento genetico e sulla valutazione morfofunzionale e identificazione degli animali in allevamento, sia per la produzione di derrate alimentari (carne, latte, uova) sia per la produzione di animali da destinare all'impiego sportivo;

- conoscere metodi di indagine specifica indispensabili per la soluzione dei problemi che si potranno presentare nella attività professionale;

- acquisire conoscenze essenziali e pertinenti sulla anatomia, nonché sulla fisiologia dei principali organi ed apparati con particolare riferimento all'apparato digerente, riproduttore e locomotore degli animali allevati;
- conoscere le norme igieniche e sanitarie per il trasferimento ed il trasporto degli animali secondo la legislazione vigente;

- possedere elementi di riproduzione animale e di cure neonatali;

- possedere nozioni di farmacologia e tossicologia inerenti l'impiego di farmaci e relativi tempi di sospensione, nonché nozioni sulle principali sostanze ad azione anabolizzante ed azione dopante;

- possedere capacità gestionale e conoscenze adeguate in tema di economia delle imprese zootecniche e agro-zootecniche;

- conoscere i principali aspetti inerenti l'etologia ed il comportamento degli animali allevati e del cavallo in particolare;

- possedere conoscenze riguardanti la produzione e conservazione dei foraggi e dei mangimi, la cura e lo sfruttamento dei pascoli e le caratteristiche dei terreni coltivati;

- acquisire conoscenze e padronanza dell'alimentazione e delle tecnologie dell'allevamento degli animali di interesse zootecnico.
- essere a conoscenza della normativa vigente in materia di sicurezza sul luogo di lavoro.

I laureati avranno conoscenze specifiche riguardo le seguenti tematiche caratterizzanti i curricula:

- cura e presentazione del cavallo, nonché nozioni sulla podologia, la mascalcia e la fisioterapia;

- conoscenze in tema di economia di imprese connesse all'allevamento, addestramento, allenamento ed impiego del cavallo, al fine di ottenere un' adeguata capacità gestionale;

- tecniche e metodologie per l'addestramento, l'allenamento e l'impiego del cavallo nelle diverse specialità;

- conoscenze approfondite sulle caratteristiche costruttive ed igieniche dei ricoveri dei centri ippici e degli ippodromi e nozioni relative alle caratteristiche dei terreni di gara;

- approfondimenti dell'anatomia, della biomeccanica e della fisiologia degli animali in produzione zootecnica;

- conoscenze approfondite sulla caratteristiche costruttive ed igieniche dei ricoveri degli animali in produzione zootecnica, degli impianti di produzione e di trasformazione delle derrate di origine animale;

- conoscenze di base di ecologia ambientale per la salvaguardia del territorio e la valorizzazione delle aree tipiche;

- gestione delle imprese della trasformazione nonché della commercializzazione delle produzioni animali;

- attività di laboratorio dedicate al controllo di qualità degli alimenti per animali e delle derrate alimentari ottenute dalle produzioni animali;

- conoscenze sulle tecniche di produzione e trasformazione dei prodotti di origine animale, sull'igiene delle produzioni animali;

- padronanza delle tecnologie di trasformazione degli alimenti di origine animale;

- competenze inerenti la logistica nella filiera degli alimenti di origine animale;

  • adeguate competenze linguistiche (livello B1), anche a carattere tecnico.

Il percorso formativo non prevede la frequenza obbligatoria (se non per le attività pratiche) e lo studente sosterrà gli esami di profitto nel pieno rispetto delle propedeuticità all'uopo stabilite (comunque limitate all’essenziale). La preparazione si caratterizza per un carico didattico ripartito fra lezioni teoriche e attività pratica per consentire allo studente un apprendimento costante delle varie discipline con particolare riferimento di quelle a carattere professionalizzante. I corsi a scelta dello studente e l'attività di tirocinio saranno uniformemente ripartiti nei tre anni del percorso formativo con la finalità di far avvicinare lo studente, con la necessaria gradualità, alle problematiche del mondo operativo. Tale iniziativa ha l'obiettivo di aiutare lo studente a finalizzare l'apprendimento alle problematiche concrete della professione ad iniziare dal primo anno di corso.